“L’Occidente si è occupato del mondo attorno all’Io diventando materialista, l’Oriente ha scavato nell’Io diventando spirituale”.

(Tiziano Terzani)

Si avvicina lento e magico quel periodo dell’anno dove le giornate diventano più dolci, rotonde e allegre, quando nel nome della festa il dono diventa simbolo di augurio e gioia. Giorni intensi all’insegna della felicità che abbiamo deciso di celebrare con arredi dal forte significato, pregni di atmosfera e incanti dal sapore d’Oriente.

La grande Cina, celebrata e decantata nel Milione di Marco Polo, in un viaggio di fortuna e ricchezza, l’immensa patria che conserva tra le sue braccia ancestrali l’origine della civiltà, insegnando bellezza e trasmettendo il sapere di una cultura millenaria. Nella nostra accurata selezione, piccoli e grandi arredi per un Natale diverso dove i saggi portano doni conservando un sorriso a mandorla, quando gli occhi parlano prima dell’anima.

Quando la sfrenata ricerca dell’uomo nuovo verte al materialismo della pochezza, c’è un uomo antico e meraviglioso che conserva ancora il sapore dell’autenticità. Luci soffuse si reggono su ballerine vintage dalle forme smaglianti e seducenti, colte in una danza che diventa abbraccio dell’assoluto, pumi pugliesi come messaggio augurale, simbolo di antiche credenze delle regioni più autentiche del mondo, quelle dove si custodisce con cura l’amore per le piccole cose, decori e arredi a festa, tra foglie oro e alberi canuti, saggi di un tempo che fu, cornici di un ricordo che diventa memoria del tempo che scorre, simboli di amore e felicità per ogni angolo della propria dimora, magi orientali in paziente cammino, colori tenui su vivide e sgargianti vernici, pergamene e cervi immacolati, dettagli che portano un messaggio di amorevole attesa, nel piacere auspicato della pregustata serenità.