“Cos’è disegnare? Come ci si arriva? È l’atto di aprirsi un passaggio attraverso un muro di ferro invisibile che sembra trovarsi tra ciò che si sente e ciò che si può”.

(Vincent Van Gogh)

È lo sguardo che si apre un varco, quell’insieme che nasce dall’incontro del pennello sulla tela, della matita sul foglio, dall’obiettivo sulla pellicola, avvera la più incredibile delle magie: colora le immagini dell’anima rendendole corpo visibile. Ed ecco che nasce l’arte, dove prima era il nulla, colora ogni immensa oscurità donandole luce e fascino, quella bellezza che tanto cerchiamo ad ogni angolo delle nostre vite.

E si colorano gli ambienti, non solo con tessuti e carte, ma con cuore e arte, passione ed armonie. Ambienti che amiamo animare con opere speciali di artisti italiani ed internazionali a completamento di meticolosi arredi, frutto della simbiosi tra carattere e funzionalità. Si incrociano gli sguardi dei soggetti nei quadri, sapienti e carnosi, con aria di sfida e voglia di eterno, un richiamo sfacciato e suadente all’arte dei classici, con volti trasformi, sembianze animali di umanità raccontate con occhio sognante.

La rara sensualità incornicia piccoli arredi, abbracciandoli in un’atmosferico idillio d’incontro e passione. Il charlestone diventa pittura naive, profumo ad olio su tela. Giochi rovinosi ed umane passioni, avvolgono forme e indifferenti armonie, maestosi pensieri che destano l’osservatore, unici dettagli per un ambiente esigente, proprio come chi decide di abitarlo, nella magia di un arredo che non solo è funzione e necessità ma diventa colore dell’arte, vivace passaggio dell’occhio sul bello che c’è e che ci sarà.